Crimini di solidarietà

di Gaetano De Monte, pubblicato su dinamopress.it Dalle inchieste giudiziarie contro le Ong che salvano le vite in mare, all’arresto del sindaco di Riace. Dagli attivisti processati in diversi stati europei per aver offerto cibo ai migranti, all’aumento del numero dei reati di solidarietà contestati. Una lunga storia di criminalizzazione raccontata dal rapporto del Transnational Read more about Crimini di solidarietà[…]

L’appello di Welcoming Europe per i pescatori di Zarzis

Le organizzazioni promotrici dell’Iniziativa dei cittadini europei “Welcoming Europe – Per un’Europa che accoglie” aderiscono alla richiesta di mobilitazione transnazionale per il rilascio di Chamseddine Bourassine e del suo equipaggio, accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Anche le organizzazioni della campagna #WelcomingEurope si uniscono all’appello per la liberazione dei 6 pescatori tunisini arrestati con l’accusa di Read more about L’appello di Welcoming Europe per i pescatori di Zarzis[…]

In fuga dalla guerra in Siria, e con un futuro in Italia

di Gaetano De Monte. Giornalista, Mediterrenean Hope – programma migranti e rifugiati della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (Fcei) Torino. Nazem ha 34 anni, e fino al 2011 ha vissuto a Homs, in Siria. «Nel mio paese ero impiegato come ingegnere. Poi, quando è scoppiata la guerra, le compagnie straniere per cui lavoravo sono scappate. A causa dei pericoli Read more about In fuga dalla guerra in Siria, e con un futuro in Italia[…]

Dalla guerra in Siria all’Università in Italia. Ritrovare la dignità attraverso i corridoi umanitari

di Gaetano De Monte Yasser ha 28 anni. È nato a Damasco, capitale della Siria, e lì ha vissuto fino allo scorso anno. Nel suo Paese ha frequentato l’Università, conseguendo nel 2016 la laurea triennale in ingegneria informatica, e, contemporaneamente, lavorando come programmatore informatico. Nel febbraio del 2017 Yasser ha pagato 75000 mila lire siriane Read more about Dalla guerra in Siria all’Università in Italia. Ritrovare la dignità attraverso i corridoi umanitari[…]

Criminalizzazione della solidarietà e strategie di protezione dei difensori dei diritti umani

di Francesco Martone [1], Maggio 2018 Mai come prima nel nostro paese si è assistito ad una progressiva strategia di criminalizzazione della solidarietà verso i migranti, attraverso il ricorso congiunto alla comunicazione di massa, l’intervento di leader politici, e di magistrati da una parte e l’uso strumentale del diritto penale dall’altra. Questo potrebbe essere il Read more about Criminalizzazione della solidarietà e strategie di protezione dei difensori dei diritti umani[…]

Un urlo di dolore e speranza dalla parte dei migranti

Cannes 71. Fra le Proiezioni Speciali del Festival, «Libre» Di Michel Toesca. Un documentario in viaggio con il dissidente Cédric Herrou nella valle del Roya di Erik Nigro, il manifesto, 23 maggio 2018 In un’edizione di Cannes assai particolare, in cui il Festival ha cercato di mantenere un contatto con la contemporaneità, due sono stati Read more about Un urlo di dolore e speranza dalla parte dei migranti[…]

Reato di soccorso, la storia di Pier Alain Mannoni

“Il mio gesto non è né politico, né militante, è semplicemente umano, e qualunque abitante di questa regione avrebbe potuto fare quello che doveva per l’onore della nostra patria, per la nostra dignità di uomini liberi, per i nostri valori, le nostre fedi; per amore o per compassione non dobbiamo lasciar morire delle persone davanti Read more about Reato di soccorso, la storia di Pier Alain Mannoni[…]

Jamal e Wejdan, da Homs a Torino con i corridoi umanitari

La famiglia di Jamal e Wejdan è arrivata in Italia a bordo di un regolare volo di linea e con un visto di ingresso in tasca meno di due anni fa, grazie al progetto dei Corridoi Umanitari della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI), della Chiesa Valdese e della Comunità di S. Egidio. Cinque Read more about Jamal e Wejdan, da Homs a Torino con i corridoi umanitari[…]